Il frigorifero non raffredda: cosa fare?

Il frigorifero non raffredda cosa fare

Troppo spesso, nel momento in cui il frigorifero non raffredda più, si entra nel panico, credendo di dover chiamare tecnici e spendere diversi soldi di riparazione ed intervento.
La realtà, però, è che sono più frequenti le volte in cui l’intervento tecnico è superfluo e dove, con i giusti accorgimenti, è possibile riportare l’elettrodomestico al giusto funzionamento.

Se il frigorifero non raffredda, cosa si può fare?

Le cause possibili di un malfunzionamento del frigo, quando il raffreddamento sembra ridotto o del tutto assente, sono diverse e di gravità variabile.
Una delle più banali è la regolazione del termostato: a volte è proprio questo piccolo meccanismo che, rovinato, comincia a non alzare o abbassare bene la temperatura interna. Se un piccolo controllo non sistema la situazione, si può ordinare il pezzo online o in qualche negozio e sostituirlo con facilità da soli.

Altro problema sicuramente comune ed altrettanto banale, è quello della formazione di ghiaccio. A volte può capitare che con gli sbalzi di temperatura, o semplicemente con il funzionamento continuo, si crei una patina di ghiaccio sopra lo sportellino dove è contenuta la ventola d’aerazione. Il risultato è quello di ridurre di molto la capacità di raffreddamento interna del frigorifero, innalzare la temperatura ed impedire il corretto funzionamento.
La soluzione, in questo caso, è semplicemente lasciare sbrinare il frigo durante la notte, tenendolo staccato e raccogliendo l’acqua che si creerà con dei contenitori e degli stracci a tamponare i lati. Una volta rimesso in funzione, il frigorifero dovrebbe tornare alla normalità.

Una difficoltà leggermente maggiore è invece quando le guarnizioni si rovinano: dal momento che non riesce a rimanere chiuso bene, il frigorifero perde costantemente la temperatura, consumando di più ed arrivando a smettere completamente di funzionare nel peggiore dei casi. Controllando le guarnizioni, è possibile ordinare dei ricambi online e sostituirli senza troppa esperienza richiesta. In questo caso i ricambi possono anche non essere originali, ma è necessario che rispettino con precisione estrema le dimensioni del frigorifero.
Un problema relativamente simile è quello dell’aprire troppo spesso le porte, creando quindi un problema simile a quello di una guarnizione rovinata, ma risolvibile in maniera molto più semplice: limitare l’apertura.

Infine, i problemi più gravi prevedono problemi al compressore e la perdita di gas refrigerante dalle serpentine. Questi problemi sono quelli che richiedono necessariamente l’intervento di un tecnico e per capire se sono presenti nel proprio caso è sufficiente valutare se le soluzioni sopra indicate non hanno funzionato. Tuttavia, alcune indicazioni anche in questo caso sono possibili: spesso questo elemento sferico, nella parte posteriore del frigorifero, serve appunto a comprimere l’aria e far funzionare correttamente l’elettrodomestico. Se non si avvia, o si notano anomalie nel funzionamento, è il momento di chiamare il tecnico.
Impossibile, o non possibile per i neofiti, controllare danni al sistema delle serpentine: andando ad esclusione, se questa è la causa del problema, si chiamerà qualcuno di specializzato per individuare il danno e proporre la giusta manutenzione richiesta.

In conclusione

Il frigo che non raffredda non è sempre un problema così costoso o fastidioso come si pensi. Un elettrodomestico di questo tipo, per quanto i nuovi modelli siano dotati di sistemi avanzati per impedire la maggior parte dei problemi, è comunque sensibile ad un uso improprio. L’importante, quindi, rimane sempre il porre attenzione a comportamenti scorretti e non rimanere troppo stupiti se questi creeranno danni nel breve o lungo termine.