Aumentare le vendite del tuo ecommerce: 5 consigli

Aumentare le vendite del tuo ecommerce 5 consigli

Se sei consapevole del fatto che stai facendo degli errori perché non riesci a vendere quanto vorresti, soprattutto nel momento in cui il mercato online cresce costantemente, se ti domandi perché non sei in grado di attirare clienti e al contrario, continui a spammare con pubblicità che, oltre a infastidire i tuoi contatti su facebook, non ti assicurano alcun profitto, stai sbagliando qualcosa.

Ti fornirò alcune strategie da adottare attraverso questo articolo, sapendo che è sempre possibile chiedere una consulenza per l’e-commerce.

Aumentare la fiducia nel funnel

Gli utenti che navigano sul tuo e-commerce visitano il tuo shop online, cercano il prodotto che gli interessa e appena lo trovano, lo inseriscono nel carrello procedendo con l’acquisto: questo sistema è detto a imbuto, ovvero funnel e consiste nel fare una transazione che li induce a diventare dei clienti effettivi.

Ogni step che costituisce il funnel è anche una tappa verso l’aumento di fiducia degli utenti affinché divengano clienti.

Un primo step è quello di modificare la pagina del prodotto, nella quale non devono mancare delle recensioni dei precedenti clienti. Chi legge ha una prova della qualità del prodotto: sappi infatti che ben il 77% degli utenti online, prima di acquistare consulta le recensioni.

Ciò che una persona che naviga online in un e-commerce vorrebbe avere, è la risposta veloce al suo eventuale dubbio: per questo motivo è importantissimo avere una live chat attraverso la quale interagire in modo smart. Quando un potenziale acquirente si può interfacciare con un customer care rapido e veloce, essendo questo sinonimo di qualità, la sua fiducia in quel brand aumenta favorevolmente.

Quando un soggetto vuole comprare, inoltre lo fa più serenamente se vede sulla pagina i certificati di sicurezza con protocollo SSL, ovvero i trust badges; al contrario, alcuni non concludono l’acquisto online perché non riscontrano sicurezza nei pagamenti, ad esempio, perché non sono presenti trust seal come PayPal.

Agevolare il check-out

Sempre più frequentemente, diversi e-commerce stanno dando l’opportunità ai clienti di velocizzare gli acquisti: non tutti hanno la pazienza di fare la registrazione e per questo motivo è possibile invogliare le persone consentendo loro di acquistare come ospiti.

Proporre un’alternativa alla compilazione dei vari campi, predisponendo un pulsante che permetta di far coincidere l’indirizzo di spedizione con quello di fatturazione elimina tanti giri fastidiosi.

L’utilizzo dell’e-mail marketing

Creare una buona mailing list permetterà di utilizzare uno strumento efficace in termini di ROI del 300%, ovvero l’e-mail marketing. In questa lista saranno raccolti gli indirizzi di chi ha già comprato e di chi ha mostrato interesse a delle proposte come sconti, buoni ecc… e ha scelto di fornire informazioni di contatto. Sempre tramite questa lista sarà possibile comunicare le offerte o fare proposte di cross selling, ovvero proporre un prodotto diverso ma legato a ciò che il cliente ha già comprato: ad esempio una borsa da abbinare a delle scarpe o un’auto a noleggio a chi ha comprato un volo aereo.

Presentare i prodotti con maggiore efficacia

Non basta solamente presentare un prodotto, ma conta tantissimo “come” è proposto, perché gli acquirenti sono interessati più che a esso, ai suoi benefici.

Immagini fatte bene e colorate e che siano attrattive o un bel video, vendono più che uno sfondo bianco e anonimo. La descrizione è fondamentale, deve spiegare in modo semplice, comprensibile, persuasivo. Occorre mettersi al posto del cliente e comprendere i suoi pensieri e anticipare le risposte alle sue possibili domande.

Prevedere possibili Upsell

L’Upselling consiste nell’incentivare il cliente a comprare qualcosa di più accessoriato e che costi di più rispetto a quello che era il suo obbiettivo. Quindi mettere in atto l’upsell consiste nel suggerire l’acquisto di una versione successive di ciò che l’utente pensava di comprare, fornendogli le giuste informazioni. È spesso sufficiente anche una buona recensione del modello successivo.